Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Visitatore Visitatori(55)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Bianchi

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:91801
 
Piace a 15 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 6.94
 
N.:   1603
Il mestiere dell'avvoltoio (e altri racconti)
Robert A. HEINLEIN (ps. di Robert Anson HEINLEIN)
     Traduzione: Vittorio CURTONI
     Copertina: Franco BRAMBILLA
 
Data:   Febbraio 2014 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   da The Fantasies of Robert A. Heinlein, 1999
Note:   I Capolavori Urania
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   125 x 195
Contenuto:   Antologia  Nr pagg.:   238
 
 
  Ultima modifica scheda: Lucky 17/09/2018-21:24:07
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
IL MESTIERE DELL'AVVOLTOIO  √ą uno dei grandi romanzi "irregolari" della sf: insieme al suo enigmatico protagonista, Jonathan Hoag, il lettore si trova preso in una ragnatela di terrori che comincia con una visita medica apparentemente banale e continua in un crescendo di colpi di scena fino a svelare il segreto dell'uomo sotto le cui spoglie si nasconde una sostanza che non √® affatto sangue. Dopo il romanzo, altri cinque capolavori della narrativa heinleiniana: "La casa nuova" con le sue architetture quadridimensionali, "Loro" con le sue creature in agguato, "La nostra bella citt√†" col suo vecchio parcheggiatore che strappa giornali a fumetti, "L'uomo che vendeva elefanti" (e non disdegnava di "viaggiagli"); fino al paradosso di "Tutti voi zombie", memorabile storia del futuro prossimo che in una precedente e audace versione italiana era stata intitolata "O tempora, o sexus!".