Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Sentinel Sentinel 
Visitatore Visitatori(42)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Bianchi cerchio rosso

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:918
 
Piace a 20 utenti
Non piace a 1 utente
Media: 8.82
 
N.:   910
Neanche gli Dei
Isaac ASIMOV
     Traduzione: Beata DELLA FRATTINA
     Copertina: Karel THOLE
 
Data:   24 Gennaio 1982 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   The Gods Themselves, 1972
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 190
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   224
 
RISTAMPA del numero: 608
 
  Ultima modifica scheda: victory 10/02/2014-20:37:23
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Contro la stupidaggine, neanche gli Dei possono nulla. Questo pessimistico giudizio che Fredrich von Schiller pronunciĆ² nel 1802 fu all'origine del piĆ¹ felice evento dell'anno fantascientifico 1972: il ritorno di Isaac Asimov al romanzo, dopo una quindicina d'anni in cui aveva scritto quasi unicamente racconti. Oggi, a distanza di dieci anni, quell'evento non ha affatto perso di importanza. Il giudizio di Schiller forrnisce allora ad Asimov: a) lo spunto e il titolo del romanzo stesso; b) la base per la scoperta del Pu 186, strabiliante isotopo al plutonio; c) lo strumento indispensabile per l'esplorazione del Para-Universo; d) la possibilitĆ  di modificare ottimisticamente le prospettive del nostro Universo (e di tutti gli altri Universi in cui dominano gli imbecilli) mediante l'aggiunta di un semplice punto interrogativo: Contro la stupidaggine, neanche gli Dei possono nulla ?