Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
massimo massimo 
flex62 flex62 
Visitatore Visitatori(30)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania (Extra) - Mondadori - Speciali, bis e supplementi

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:89618
 
Piace a 8 utenti
Non piace a 6 utenti
Media: 7.43
 
N.:   40 (1596bis)
Il fiume degli dei
Ian McDONALD
     Traduzione: Riccardo VALLA e Silvia CASTOLDI
     Copertina: Franco BRAMBILLA
 
Data:   Luglio 2013 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   River Of Gods, 2004
Note:   Jumbo - I grandi romanzi inediti in edizione integrale
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   125 x 195
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   518
 
 
  Ultima modifica scheda: Lucky 04/07/2014-14:42:05
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
IL FIUME DEGLI DEI è il Gange, "che scorre dall’Himalaya al golfo del Bengala attraverso le pianure dell’India settentrionale. Dopo anni di siccità, nell’agosto 2047 la diga costruita illegalmente a Kunda Khadar è diventata il casus belli del conflitto tra l’India e uno degli stati confinanti. Nel frattempo, su un asteroide catturato dal campo gravitazionale terrestre viene trovato il messaggio inciso da un’intelligenza artificiale: e benché si tratti di un reperto più antico del sistema solare, contiene le immagini digitali delle tre persone che potranno decodificarlo, oggi… Un romanzo di fantascienza con profonde radici nella società del futuro, una sorta di Tutti a Zanzibar dell’era informatica".
Christopher Priest, "The Guardian"