Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
bibliotecario Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
victory Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Visitatore Visitatori(59)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Vertigo - Newton & Compton

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:88268
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
N.:   75
Il Principe Vampiro. L'Oro Nero
Christine FEEHAN
     Traduzione: Clara SERRETTA
     Copertina: Valentino SANI
 
Data:   Luglio 2011 ISBN:    9788854130302
Tit.Orig.:   Dark Gold, 2000
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantasy
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   136 x 210
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   349
 
 
  Ultima modifica scheda: Grianne 05/05/2016-14:58:50
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Alexandria Houton sacrificherebbe tutto, darebbe anche la vita per proteggere suo fratello. Ma quando nelle nebbie di San Francisco il male si √® materializzato per reclamare le loro anime, le forze le sono mancate e non ha potuto far altro che urlare per la disperazione e chiedere aiuto. Da quella nebbia oscura √® apparso Aidan Savage, una creatura d'oro, pi√Ļ potente e meravigliosa di qualunque altro essere della notte. Aidan ha salvato lei e il fratello, strappandoli a un orribile destino. Ma adesso pretende qualcosa in cambio: il suo amore. Alexandria vorrebbe cedere alla bruciante passione, ma √® assalita da mille dubbi. Aidan si prender√† cura di suo fratello, come ha promesso? O li far√† precipitare nel temibile baratro da cui non c'√® ritorno?