Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
bibliotecario Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
io.robot Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Visitatore Visitatori(48)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Costa bianca (I Romanzi di..)

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:88
 
Piace a 8 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 7.70
 
N.:   88
Il pianeta dimenticato
Murray LEINSTER (ps. di William Fitzgerald JENKINS)
     Traduzione: Bruna DEL BIANCO
     Copertina: Curt CAESAR
 
Data:   21 Luglio 1955 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   The Forgotten Planet, 1954
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   140 x 200
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   128
 
Ristampato nel numero: 354
 
  Ultima modifica scheda: mvent 11/06/2012-21:46:09
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Un giorno, su di un pianeta posto in una regione molto lontana dalla Galassia, arriva un'astronave. Il pianeta √® ancora giovane, ma sarebbe abitabile per l'uomo se la vita vi avesse mai avuto inizio.E' per questo che l'astronave √® venuta a sistemarvi spore, microbi, batteri ed esseri unicellulari: a contagiarlo cio√® con quei fermenti che alla fine consentono alla vita superiore di essere. Ma poi, per un errore di archivio, il cartellino segnaletico del pianeta remoto va disperso, e il pianeta  viene dimenticato; per migliaia di anni, solo con se stesso, il pianeta senza nome continua a incubare gli embrioni di vita portativi un giorno dall'uomo, e questi embrioni liberi di svilupparsi sfrenatamente, lo trasformano in un mondo di incubi. Un'astronav√© vi fa un giorno naufragio; e saranno i discendenti degli infelici che la sorte ha gettato sul pianeta dimenticato i selvaggi che ora lo popolano, tra ragni giganteschi, farfalle con apertura alare di due metri, coleotteri grandi come carri armati. Ma i discendenti imbarbariti degli uomini sono pur essi uomini: e sapranno emigrare dalle bassure pestilenziali delle foreste di funghi alle vergini altitudini delle montagne dove la vita √® serena... Murray Leinster √® il decano della fantascienza; ogni suo romanzo √® un viaggio affascinante nel fantastico e pur verosimile regno di tutto ci√≤ che sarebbe potuto accadere o potr√† un giorno avvenire. il Pianeta dimenticato non si dimentica.