Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Visitatore Visitatori(61)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

I Classici del Fantasy - Armenia - La Caduta di Malazan

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:82546
 
Piace a 1 utente
Non piace a 0 utenti
Media: 8.50
 
N.:   Volume Settimo. Seconda Parte
Venti di Morte. Seconda parte
Steven ERIKSON (ps. di Steve Rune LUNDIN)
     Traduzione: Lucia PANELLI
     Disegni: Neil GOWER
 
Data:   Luglio 2011 ISBN:    9788834426951
Tit.Orig.:   Reapers Gale, 2007 [2/2]
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantasy
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Cartonato con sovracoperta
Tipologia:   Principali Dimensioni:   145 x 220
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   633
 
 
  Ultima modifica scheda: Grianne 24/02/2016-13:43:33
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
L’Impero Letherii, governato dallo spietato cancelliere Triban Gnol, è sotto la minaccia di un invasione da parte dei Tiste Edur, che sembrano essersi inaspettatamente alleati con i Tiste Andii. La guerra incombe.
La grande flotta Edur avanza incontrastata, i suoi guerrieri sono selezionati fra un numero sterminato di aspiranti. Le loro file annoverano, tra gli altri, Karsa Orlong e Icarium Lifestealer, destinati a incrociare le rispettive lame con l’Imperatore in persona. Ma nell’attraversare mezzo mondo, i Tiste Edur si sono lasciati alle spalle una poderosa scia di sangue, e la loro brutalità non può restare impunita. Per qualcuno si avvicina la resa dei conti, per altri è ancora lontana. E il duro scontro non coinvolgerà solo i mortali, ma anche le malvagie e bizzose divinità…