Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
zecca_2000 zecca_2000 
Fantobelix Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Visitatore Visitatori(49)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Cosmo Capolavori di Fantascienza Moderna - Nord

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:81156
 
Piace a 1 utente
Non piace a 0 utenti
Media: 7.50
 
N.:   162
Gli dei del Fiume
Philip José FARMER
     Traduzione: Giampaolo COSSATO e Sandro SANDRELLI
     Copertina: Paul LEHR
 
Data:   1989 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   The Gods of Riverworld, 1984
Note:   Ricopertinatura di Cosmo Argento #162
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Cartonato con sovracoperta
Tipologia:   Ristampe/Riedizioni Dimensioni:   124 x 195
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   340
 
 
  Ultima modifica scheda: Zia Marisa 26/05/2015-19:17:19
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Resuscitati dall'incredibile potere tecnologico di una razza aliena, per motivi che neanche lontanamente riescono a immaginare, personaggi di tutte le epoche come Mark Twain (alias Samuel Clemens), Hermann Göring, Cyrano de Bergerac, Giovanni Senza Terra, Tom Mix, Richard Francis Burton, vagano sulle sponde di questo incredibile fiume alla ricerca dei padroni di questo mondo e delle risposte ai suoi misteri.
Dopo la pubblicazione del quarto libro di questo ciclo ormai consacrato come uno dei massimi classici della fantascienza moderna (Il labirinto magico), alcune delle loro domande hanno ricevuto una risposta, dopo la scoperta della gigantesca torre che si leva nei pressi della calotta polare artica. Qui si trova il grande computer che controlla il processo della resurrezione, e la padronanza di questo meccanismo potrebbe farli diventare "dei" del Fiume.
Ma altri problemi e altre domande sorgono, perché scoprono di non essere soli nella torre. Strani passi si sentono nei corridoi, misteriosi incidenti avvengono, e alcuni di loro riescono solo fortunosamente a sfuggire alla morte: tutto sembra condurre a una inevitabile conclusione: o c'è un assassino rimasto nella torre oppure uno del loro gruppo vuole diventare il dio incontrastato del Mondo del Fiume.