Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Autori
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Thx 1138 Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Visitatore Visitatori(31)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
Copia Scheda
 

Vai in fondo alla pagina
 
 

Copia Trama
Copia Indice

 
   
 

Narrativa - Dario Flaccovio

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:78290
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
Titolo:   La caduta di Krune
Autore:   Michele GIANNONE
 
Data Pubbl.:   Giugno 2009 ISBN:    9788877588722
Titolo Orig.:  
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantasy
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:  
Tipologia:   Principali Dimensioni:  
Contenuto:   Romanzo  N. pagine:  
 
 
  Ultima modifica scheda: erberto 26/03/2010-23:16:12
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Tre anni sono trascorsi da quando Jaat e Mareq Tha hanno lasciato il Matriarcato. Dopo aver dato alla luce una bambina, lei è morta. Lui trascina avanti la propria vita, cercando di lasciarsi alle spalle l'accaduto. D'improvviso perĂ² il passato torna a galla con prepotenza. Visioni di catastrofi iniziano a tormentarlo. La sua magia comincia a comportarsi in modo inspiegabile. Un gruppo di Vigilanti raggiunge il suo villaggio per parlargli. A Krune, rivelano le Vigilanti, alcuni uomini si sono ribellati e la guerra civile dilania il Matriarcato. Jaat è l'unico che possa mediare tra le parti e porre fine al conflitto. Seppur riluttante, egli accetta di seguirle. Il suo ritorno a Krune lo porterĂ  ad affrontare inattesi avversari, a stipulare insolite alleanze, a confrontarsi con un nuovo culto religioso. E mentre la magia attorno a Jaat pare impazzita, egli si rende conto che al destino del Matriarcato è legato anche quello delle sue terre e che impedire la caduta di Krune è l'unico modo per evitare anche la fine del proprio mondo.