Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
robdimo Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
gasp63 Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
miky1 miky1 Amico di Urania Mania
tehom tehom 
massimo massimo 
Faresme Faresme 
wawawa wawawa 
Grianne Vedi il profilo utente 
adso adso 
H.P.L. Vedi il profilo utente 
Mr.Chicago Vedi il profilo utente 
Visitatore Visitatori(58)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Bianchi cerchio rosso

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:781
 
Piace a 3 utenti
Non piace a 1 utente
Media: 6.75
 
N.:   773
La Stazione della Stella Morta
Jack WILLIAMSON
     Traduzione: Riccardo VALLA
     Copertina: Karel THOLE
 
Data:   4 Marzo 1979 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   Dead Star Station [ma: The Best of Jack Williamson], 1978
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 190
Contenuto:   Antologia  Nr pagg.:   168
 
 
  Ultima modifica scheda: victory 07/02/2014-13:36:39
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
"La Stazione era una vecchia astronave militare, troppo antiquata per il servizio di guerra. Lo spazio a bordo era limitato, gli alloggi insufficienti, la vita monotona. Ma dietro gli obl√≤, la vista era forse la pi√Ļ grandiosa e terrificante di tutta la Galassia. La Grande Nebula di Orione riempiva il cielo come un'immensa piovra di fiamma: uno sterminato e vorticoso mare di fuoco bianco magicamente sfumato di verde nebullum, le cui correnti turbinose si agitavano come incandescenti tentacoli e sembravano allungarsi per lambire, per afferrare, per avviluppare l'oscura e ciclopica Stella Morta"
Un senso del Cosmo portato a limiti insuperati e forse insuperabili di spettacolarità, e uno dei poli della narrativa di Jack Williamson. L'altro polo è un'acutissima quanto misteriosa sensibilità per l'inconcepibile psicologia degli androidi. Entrambi i poli sono rappresentati in questa massiccia antologia che raccoglie il meglio di Williamson. L'antologia si articola in due volumi di cui ecco il primo. Il secondo uscirà tra due settimane.