Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Autori
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Algernon Algernon 
etabeta67 etabeta67 
Fedmahn Kassad69 Fedmahn Kassad69 
Mr.Chicago Vedi il profilo utente 
Sentinel Vedi il profilo utente 
Visitatore Visitatori(54)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Bianchi cerchio rosso

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:773
 
Piace a 20 utenti
Non piace a 2 utenti
Media: 7.57
 
N. Volume:   765
Titolo:   Chi c'era prima di noi
Autore:   James P. HOGAN (ps. di James Patrick HOGAN)
   Traduzione: Beata DELLA FRATTINA
   Copertina: Karel THOLE
 
Data Pubbl.:   31 Dicembre 1978 ISBN:    non presente
Titolo Orig.:   The Gentle Giants of Ganymede, 1978
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 190
Contenuto:   Romanzo  N. pagine:   180
 
 
  Ultima modifica scheda: Lucky 10/09/2018-17:06:40
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Decine di milioni di anni fa, prima che un certo pianeta andasse in pezzi, la strana razza che l'abitava sparì, lasciando come unica testimonianza del suo passato il relitto di una nave stellare su un ghiacciato satellite di Giove. In seguito alla scoperta del relitto, gli scienziati della Terra ridiscutono il mistero di uno "scheletro impossibile" trovato sulla Luna e già proposto da Hogan in un precedente romanzo (vedi Urania n. 739). Ma questa volta, grazie a un intervento (è il caso di dirlo) "dall'alto", l'azione avrà imprevedibili sviluppi. Le indagini (è di nuovo il caso di dirlo) faranno passi "da gigante". E la geniale, travolgente, fantascientificissima soluzione finale sarà quella giusta.