Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Autori
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Visitatore Visitatori(38)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

I Classici del Fantasy - Armenia - La Caduta di Malazan

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:76561    
 
Piace a 1 utente
Non piace a 0 utenti
Media: 8.50
 
N. Volume:   Volume Sesto. Seconda Parte
Titolo:   I Cacciatori di Ossa. Seconda Parte
Autore:   Steven ERIKSON (ps. di Steve Rune LUNDIN)
   Traduzione: Chiara ARNONE
   Disegni: Neil GOWER
 
Data Pubbl.:   Ottobre 2009 ISBN:    9788834424070
Titolo Orig.:   The Bonehunters, 2006 [2/2]
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantasy
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Cartonato con sovracoperta
Tipologia:   Principali Dimensioni:   145 x 220
Contenuto:   Romanzo  N. pagine:   557
 
 
  Ultima modifica scheda: Grianne 24/02/2016-13:35:59
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Dopo la rivolta di Sette Città, soffocata nel sangue, alla fine dell’assedio di Y’Ghatan, la peste imperversa annientando interi squadroni, senza risparmiare uomini, donne e bambini dei villaggi su cui distende le proprie ali nere. È questa la vera Apocalisse, è la malattia che non lascia scampo, più impietosa della guerra. Una guerra di cui gli dei tengono saldamente le fila e di cui gli uomini pagano il terribile prezzo.
Il ritorno imprevisto di alcuni degli eroi del Quattordicesimo Esercito, reduci da Y’Ghatan e dai suoi orrori, è riuscito a restituire un’aura di leggenda ai giovani soldati Malazan. Ed è stato proprio ad Aren, nel corso della parata che ha celebrato l’epica battaglia, che sono nati i Cacciatori di Ossa.
Ma la guerra non è finita: le forze T’lan Imass e i soldati convergono su Città di Malaz, cuore storico dell’impero; i vicoli e i quartieri della città diventano teatro di imboscate e di scontri micidiali e sanguinosi; i clamori della morte e dei combattimenti costituiscono l’assordante eco del fallimento umano.