Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
robdimo Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Grianne Vedi il profilo utente 
Fantobelix Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
inmatu66 inmatu66 
Visitatore Visitatori(63)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Narrativa Nord - Nord

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:74957
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
N.:   341
Il Dio delle Nebbie
Alan CAMPBELL
     Traduzione: Dario LECCACORVI
     Copertina: Dominic HARMAND
 
Data:   Dicembre 2008 ISBN:    9788842914723
Tit.Orig.:   Iron Angel, 2008
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantasy
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Cartonato con sovracoperta
Tipologia:   Principali Dimensioni:   140 x 210
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   400
 
 
  Ultima modifica scheda: Grianne 21/04/2016-14:08:51
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Dopo aver perso la grande battaglia contro le Spine, la città di Deepgate è stata soggiogata. Gran parte delle catene che la tengono sospesa sopra l'Abisso hanno ceduto e il tempio — un labirinto di torri, edifici in pietra e sotterranei da dove i sacerdoti della Chiesa di Ulcis, il Raccoglitore d'Anime, avevano amministrato la teocrazia che governava la città — sembra ormai sul punto di precipitare nelle profondità della terra... Anche il giovane angelo Dill, l'ultimo degli arconti, è impotente e rassegnato: a causa della morte di Ulcis, infatti, le anime intrappolate nell'Abisso stanno invadendo Deepgate, portando morte e distruzione. L'unico essere che potrebbe fronteggiare e neutralizzare questa minaccia è Cospinol, ma il dio del mare è intrappolato da più di tremila anni in una nave marcescente avvolta dalla nebbia. Il giorno del suo arrivo perciò è ancora lontano e, con la città ormai soffocata da una spirale di violenza, toccherà ancora una volta a Dill affrontare le proprie paure e angosce per compiere il destino della sua gloriosa stirpe: l'inferno è in attesa della sua anima...