Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Autori
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
nollicus Vedi il profilo utente 
robdimo Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Visitatore Visitatori(36)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Cestino Uraniamania - [EDITORE NON PRESENTE]

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:74450    
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
N. Volume:   0
Titolo:   Il 18┬░ vampiro
Autore:   Claudio VERGNANI
 
Data Pubbl.:   Marzo 2009 ISBN:    9788889541302
Titolo Orig.:  
Note:  
 
Genere:   Libri->Horror
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Cartonato con sovracoperta
Tipologia:   Principali Dimensioni:   148 x 215
Contenuto:   Romanzo  N. pagine:   544
 
 
  Ultima modifica scheda: stalker1 24/02/2019-05:45:43
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
"...sbarco il lunario uccidendo vampiri. Non ├Ę un compito difficile, ed ├Ę sempre meglio che lavorare. lo e i miei compagni li distruggiamo durante il giorno, mentre dormono il loro sonno di morte, nascosti nei loro miserabili covi. Non possono reagire. Un paio di colpi di mazzuolo ed ├Ę fatta. Forse non ├Ę il mestiere pi├╣ bello del mondo, ma ├Ę facile e socialmente utile. Non occorrono coraggio o particolare determinazione.Non serve essere animati dal sacro fuoco della giustizia. Serve solo un po' di pratica e tanta disperazione. Per certi versi ├Ę come la disinfestazione di topi o insetti: fai quello che devi fare,sopportando il disgusto, e poi te ne torni a casa. Sempre che non si finisca per esagerare, per passare la misura. Il problema ├Ę che non sapevo che esistesse un confine. L'ho saputo solo dopo averlo oltrepassato. E, a quel punto, tornare indietro non era pi├╣ possibile..."