Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Visitatore Visitatori(35)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Bianchi cerchio rosso

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:719
 
Piace a 24 utenti
Non piace a 1 utente
Media: 8.07
 
N.:   711
I superstiti di Ragnarok
Tom GODWIN
     Traduzione: Manola STANCHI
     Copertina: Karel THOLE
 
Data:   5 Dicembre 1976 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   The Survivors, 1958
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 190
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   160
 
RISTAMPA del numero: 229
 
  Ultima modifica scheda: victory 05/02/2014-21:04:04
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Da un luogo imprecisato s'udi una voce chiedere: "Dove siamo? In nome di Dio, dove ci hanno portato?" Irene sapeva dove si trovavano. Erano su Ragnarok, il mondo infernale dove la gravità era una volta e mezzo quella terrestre, dove le belve e le febbri terribili non permettevano all'uomo di sopravvivere. Il nome derivato dall'antica mitologia germanica significava: «L'ultimo giorno per gli uomini e gli dei». La spedizione Dunbar aveva scoperto Ragnarok, e suo padre gliene aveva parlato. Le aveva detto come erano morti sei degli otto uomini sbarcati dall'astronave, e che sarebbero morti tutti se si fossero fermati più a lungo. È qui che quattromila terrestri vengono deportati dai Gern e lasciati a cavarsela da soli. Uno straordinario romanzo di avventure robinsoniane che è, nello stesso tempo, un affascinante diagramma delle capacità dell'uomo di adattarsi ed evolversi in un ambiente totalmente nemico.