Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
bibliotecario Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
miky1 miky1 Amico di Urania Mania
mko mko 
and and 
Fantobelix Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
docmilito docmilito 
Visitatore Visitatori(53)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Narrativa Nord - Nord

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:70789
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
N.:   321
Indiana Jones e il Regno del Teschio di Cristallo
James ROLLINS (ps. di Jim CZAJKOWSKI)
     Traduzione: Valentina BALLARDINI e Marcella BONGIOVANNI
 
Data:   Maggio 2008 ISBN:    9788842915836
Tit.Orig.:   Indiana Jones and the Kingdom of the Crystal Skull, 2008
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantasy
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Cartonato con sovracoperta
Tipologia:   Principali Dimensioni:   140 x 210
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   336
 
 
  Ultima modifica scheda: Grianne 21/04/2016-12:29:42
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Yucatan, 1957. Strisci├▓ con cautela lungo il pavimento circolare su cui era intagliato un calendario maya: un'enorme ruota composta da anelli concentrici di glifi incisi nella roccia. Di fronte a lui, al centro, c'era una grande statua a testa di serpente, incorniciata da piume di pietra, con le fauci aperte, irte di zanne, pronte a ingoiare gli incauti. La bocca era ampia abbastanza da permettere, a un uomo di strisciarvi dentro. Ma dentro, cosa c'era? Doveva saperlo. Se solo fosse riuscito a raggiungerla. Cerc├▓ di muoversi pi├╣ veloce, ma il soffitto gli premeva sulla schiena" non poteva neppure sollevarsi su un gomito. La stanza era costruita in modo che il supplice si muovesse sul pavimento strisciando come un serpente, forse a immagine del dio maya Quetzalcoatl, il serpente piumato. L'attuale adoratore tuttavia non indossava piume, solo un paio di vecchi pantaloni kaki, una giacca di pelle sdrucita e un malconcio cappello di feltro marrone. "Indiana!" L'urlo era arrivato dalle scale alle sue spalle...