Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Visitatore Visitatori(59)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Bianchi cerchio rosso

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:702
 
Piace a 5 utenti
Non piace a 2 utenti
Media: 6.83
 
N.:   694
L'uomo che cadde sulla Terra
Walter TEVIS (ps. di Walter Stone TEVIS)
     Traduzione: Ginetta PIGNOLO
     Copertina: [FOTO]
 
Data:   11 Aprile 1976 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   The Man Who Fell to Earth, 1963
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 190
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   216
 
RISTAMPA del numero: 357
 
  Ultima modifica scheda: Fantobelix 01/09/2018-18:01:02
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Gli incontri tra cinema e fantascienza non sono stati sempre felici. Da uno dei generi letterari pi├╣ stimolanti, pi├╣ ricchi d'idee, che esistano, i cineasti non hanno in genere saputo trarre che effetti grossolani o bislacchi, trame puerili, brividi truculenti. C'├Ę stata l'eccezione di Kubrik (con Odissea 2001), e c'├Ę ora l'eccezione di Nicolas Roeg, un regista dell'ultima, geniale leva americana, che ha scelto fra centinaia di soggetti, pare che sia un uomo molto difficile, il bellissimo romanzo di Walter Tevis, che apparve su Urania nel 1964. L'uomo che cadde sulla Terra si pu├▓ leggere in due modi. Come la storia di un extraterrestre che, vendendo all'industria i suoi mirabolanti segreti tecnologici, diventa ricchissimo e potentissimo, ma viene infine distrutto da terrestri. O come una parabola con risonanze addirittura evangeliche, suggestioni di un'altra ┬źdiscesa sulla Terra┬╗, di un altro breve viaggio tra gli uomini, di un altro ┬źmartirio┬╗. E' un libro semplice e misterioso, delicato e crudele, un gioiello isolato che non ha avuto predecessori e imitatori. Gli dedichiamo questo numero speciale, che contiene in appendice una notevole curiosit├á per tutti gli appassionati di cinema e di fantascienza: la sceneggiatura del film