Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
miky1 miky1 Amico di Urania Mania
zecca_2000 zecca_2000 
Visitatore Visitatori(44)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Bianchi cerchio rosso

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:689
 
Piace a 17 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 8.07
 
N.:   681
Naufragio
Charles LOGAN
     Traduzione: Beata DELLA FRATTINA
     Copertina: Karel THOLE
 
Data:   12 Ottobre 1975 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   Shipwreck, 1975
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 190
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   184
 
 
  Ultima modifica scheda: victory 05/02/2014-13:12:11
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Questo "Naufragio" (Shipwrek) di Charles Logan che esce contemporaneamente su Urania e in Inghilterra, ha vinto il premio per il miglior romanzo inglese di FS indetto dall'editore Gollancz e dal Sunday Times. Nel campo della fantascienza come in qualsiasi altro, un premio letterario non è sempre una raccomandazione. Specialmente nel campo della fantascienza, anzi, quelle che vengono premiate sono molto spesso le ambizioni sbagliate: il vezzo sempre più diffuso di usare robot e astronavi, mutanti ed extraterrestri, come semplice pretesto per cervellotiche e illeggibili composizioni pseudoavanguardistiche, pseudosurrealiste, che tentano di spacciarsi per alta cultura ma nulla in realtà hanno a che vedere con la FS e con la cultura. Nel caso di Logan la giuria inglese ha invece avuto la mano felicissima, premiando un libro di autentica ispirazione fantascientifica: una storia esemplare che, tuttavia, proprio per la sua classica e lineare semplicità fa onore non soltanto alla FS ma a tutta la narrativa inglese contemporanea.