Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Visitatore Visitatori(57)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Bianchi cerchio rosso

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:671
 
Piace a 7 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 7.42
 
N.:   663
Alpha Aleph
Frederik POHL
     Traduzione: Maria Benedetta DE CASTIGLIONE e Mario GALLI
     Copertina: Karel THOLE
 
Data:   2 Febbraio 1975 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   The Gold at the Starbow's End, 1972
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 190
Contenuto:   Antologia  Nr pagg.:   144
 
 
  Ultima modifica scheda: victory 05/02/2014-11:50:36
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Stella di prima grandezza nel firmamento fantascientifico, Pohl ritorna ai lettori di Urania con un romanzo breve e due racconti, una mostra in tutto degna della sua celebre mano satirica. Un'astronave americana con equipaggio misto, uomini e donne, sta viaggiando verso il pianeta Alpha Aleph nella costellazione del Centauro. Tutti guardano con trepidazione a questo primo lancio oltre il sistema solare, che rappresenta la sola speranza di uscita dalla situazione di caos e ingovernabilità in cui è caduto il mondo. Ma il presidente degli Stati Uniti convoca alla Casa Bianca l'ideatore, il capo del progetto: scienziati russi affermano, sulla base di dati inconfutabili, che il pianeta Alpha Aleph non esiste, e voci di un colossale inganno, di un cinico bidone spaziale stanno circolando insistentemente. La gente vuole la verità. Ma è una verità che si possa dire?