Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Algernon Algernon 
cosmo 49 cosmo 49 
adso adso 
Visitatore Visitatori(53)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

|Fuori Collana Libri Horror| - Club degli Editori/Club del Libro/CDE

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:62994
 
Piace a 1 utente
Non piace a 0 utenti
Media: 6.00
 
Intervista col vampiro
Anne RICE
     Traduzione: Oliviero BERNI
Edit.:   Club degli Editori/Club del Libro/CDE
 
Data:   Febbraio 1995 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   Interview With The Vampire, 1976
Note:  
 
Genere:   Libri->Horror
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Cartonato con sovracoperta
Tipologia:   Principali Dimensioni:   144 x 223
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   364
 
 
  Ultima modifica scheda: Mr.Chicago 17/08/2018-19:01:09
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Il vampiro ci racconta le angosce e le perversità cui è costretto per una eternità pesante, calata su di lui dopo un solo, lunghissimo morso e della quale mai più potrà liberarsi. Una condanna a essere ogni notte carnefice, a cercare le proprie vittime al buio, a essere compagno solo del terrore e del sangue. Nel buio di una notte come tante, in una stanza che dà sulla strada e dalla quale si intravedono bagliori del traffico, il vampiro Louis, stanco e malinconico, decide di narrare a un giovane giornalista la sua storia. Duecento anni prima, nella sua splendida piantagione nella Louisiana, il morso di un vampiro, Lestat, ha reso tale anche lui, trasformandolo in una creatura notturna e decretando per sempre la sua tormentata immortalità. Gli anni trascorreranno per lui scanditi solo dalla brama di sangue e segnati da notti in cui l'unico, demoniaco e perverso impulso sarà quello di spingersi in una feroce caccia per uccidere e bere avidamente. Louis enumera le sue vittime con distacco e lucidità impressionanti: un sorvegliante, uno schiavo, nobildonne e prostitute, perfino un prete. Si sofferma con un breve moto di pietà su una bambina, Claudia, di cui, sotto il dominio malefico di Lestat, egli farà la sua spietata partner. Lestat costituirà sempre, nella vita di Louis, un alter-ego ambiguo, maestro di crimini e perversità, e nel contempo sarà una figura dolente e sofferta capace alfine di lasciarsi morire. Anche Louis è alla ricerca dell'oblio e della morte e sarà questa la sua vera confessione al giovane giornalista, che, invece, persegue altri scopi: ambisce al dono dell'immortalità.