Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Visitatore Visitatori(64)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Bianchi cerchio rosso

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:597
 
Piace a 5 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 8.67
 
N.:   589
Antologia scolastica
Autori VARI
     A cura di: Isaac ASIMOV
     Traduzione: Beata DELLA FRATTINA, Anna Maria VALENTE e Giorgio MONICELLI
     Copertina: Karel THOLE
 
Data:   2 Aprile 1972 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   Where Do We Go from Here?, 1971
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 190
Contenuto:   Antologia  Nr pagg.:   144
 
 
  Ultima modifica scheda: victory 31/01/2014-23:09:00
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
L'anno 1971 √® stato, per i lettori di Urania, l'anno di Asimov. Ben nove numeri della rivista - contando il numero triplo del Millemondi estivo e cio√® un terzo dell'intera annata, sono stati dedicati a questo autore: attraverso i racconti e gli articoli sparsi, attraverso le ristampe della Fine dell'eternit√† e degli Abissi d'acciaio, fino ai tre numeri della Grande Antologia Personale. E siccome nessuno se n'√® lamentato, siccome anzi i consensi entusiastici e le richieste di ancora continuano a piovere da tutte le parti, ecco qua, per il 1972, l'ultima geniale trovata del Dr. Isaac: una Grande Antologia Scolastica che a partire da questo numero 589 si articoler√† anch'essa in tre volumi. Ma... scolastica? Niente paura. Ormai lo sanno anche i sassi che con Asimov si va a colpo sicuro. Non vi diciamo di pi√Ļ.