Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Visitatore Visitatori(66)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Narrativa Nord - Nord

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:5854
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
N.:   144
Gli Archi di Scona
K. J. PARKER (ps. di Tom HOLT)
     Traduzione: Flora STAGLIANÃ’
 
Data:   Ottobre 2000 ISBN:    8842911534
Tit.Orig.:   The Belly of the Bow, 1999
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantasy
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   135 x 215
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   432
 
 
  Ultima modifica scheda: Grianne 05/11/2015-20:05:29
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
La Splendida Perimadeia traboccante di merci esotiche e ricchezze, Perimadeia la Sapiente, Perimadeia l’Arrogante, la Tripla Città che era stata capitale del maggiore Impero dell’universo, sede elettiva di tutte le scienze e di tutte le invenzioni, era caduta.
C’era stato un lungo assedio, che si era trasformato in una sfida di tenacia e di astuzia fra il Signore della Guerra che guidava i barbari delle pianure, e Bardas Loredan, un tempo eroe della città, poi spadaccino a pagamento nelle corti di Perimadeia dove il diritto dipendeva dalla lama delle spade e infine, controvoglia, responsabile della difesa della Città. Ma in una notte di sangue e follia la Tripla Città era stata conquistata e cancellata dalla mappa del mondo.
Scampato miracolosamente alla furia dei barbari che volevano la sua testa, Loredan era riuscito a fuggire e a mettersi in salvo nella remota isola di Scona. Lì, abbandonata per sempre la sua cruenta carriera di combattente, aveva iniziato una nuova e fortunata carriera come costruttore di archi, facendosi rapidamente la fama di grande maestro.
Il suo solo sogno era di vivere finalmente in pace, godendosi l’equilibrio raggiunto, ma strane forze erano all’opera nell’universo e il Principio che tutto muove, cominciò ad agire secondo vie imperscrutabili.
Saga di «Loredan Bardas  lo spadaccino»