Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
bibliotecario Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
attiliosfunel attiliosfunel 
maxborgo maxborgo 
Pio III Pio III 
Visitatore Visitatori(26)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

|Fuori Collana Libri Fantasy| - Astrolabio-Ubaldini

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:56642
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
Il Signore degli Anelli - Parte prima: La Compagnia dell'Anello
John Ronald Reuel TOLKIEN
     Traduzione: Vicky Alliata DI VILLAFRANCA
Edit.:   Astrolabio-Ubaldini
 
Data:   Novembre 1967 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   The Lord of the Rings - The Fellowship of the Ring
Note:   Questa risulta essere la prima edizione, seppure parziale, della trilogia di Tolkien.
 
Genere:   Libri->Fantasy
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:  
Tipologia:   Principali Dimensioni:   165 x 217
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   434
 
 
  Ultima modifica scheda: Mr.Chicago 10/01/2018-00:48:32
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Questa prima parte della trilogia comincia la storia della grande Guerra dell'Anello con la rivelazione della malefica natura dell'Anello e la fuga dell'hobbit Frodo - erede involontario dell'Unico Anello - dalla sua patria, inseguito da vicino dagli spettrali Cavalieri Neri servi del Nemico. Si parla del grande Concilio di Elrond in cui Gnomi, Nani, Hobbit e Uomini decisero che l'Anello doveva essere distrutto. Frodo è nominato Portatore dell'Anello, e lui e otto compagni partono per un viaggio lungo e pericoloso su cui incombono terribili rischi, tra i quali non ultima la tentazione di usare il potere dell'Anello e esserne quindi corrotti. Perché il loro compito è riportare l'Anello a Mordoror, la patria stessa del Nemico, e là distruggerlo nell'unica maniera possibile: dissolvendolo nel fuoco dal quale è venuto.