Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
bibliotecario Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Algernon Algernon 
contezero contezero 
Visitatore Visitatori(56)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Fantasy - Salani

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:56618
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
Il Piccolo Popolo all'aria aperta
Terry PRATCHETT
 
Data:   Novembre 2006 ISBN:    8884517532
Tit.Orig.:   Diggers [1990]
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantasy
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:  
Tipologia:   Ristampe/Riedizioni Dimensioni:  
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:  
 
 
  Ultima modifica scheda: erberto 12/07/2007-22:06:20
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
In principio... F.lli Arnold (dal 1905) creò l'Emporio. O almeno così credevano le migliaia di piccoli Niomi che per generazioni erano vissute nei condotti, negli interstizi e nei sottopalchetti dei Grandi Magazzini. Per loro, l'Esterno semplicemente non esisteva; il Giorno e la Notte erano antiche leggende. In compenso, c'erano i Saldi di Gennaio, la Collezione Primavera, le Grandi Occasioni d'Estate e le Strenne di Natale. Cosa chiedere di più a un universo ben organizzato? Ma la fine del mondo era in agguato: l'Emporio doveva essere demolito. I Niomi, dopo una rocambolesca fuga a bordo di un camion raggiungono l'Esterno e si rifugiano in una cava abbandonata. Fine della storia? Niente affatto! All'improvviso accadono strane cose: le pozzanghere diventano dure, dal cielo cadono pezzetti di ghiaccio. È l'Inverno. Ed è freddo. E come se non bastasse, la cava sta per essere riaperta e gli umani stanno per sfrattarli...