Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Vecchio47 Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
caioiii caioiii 
Visitatore Visitatori(57)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Cosmo Biblioteca - Nord

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:56060
 
Piace a 1 utente
Non piace a 0 utenti
Media: 8.50
 
N.:   14
Il gioco dei Vor
Lois McMASTER BUJOLD
     Traduzione: Gianluigi ZUDDAS
 
Data:   Giugno 2007 ISBN:    9788842915096
Tit.Orig.:   The Vor Game, 1990
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   125 x 195
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   336
 
 
  Ultima modifica scheda: Stilgar 27/04/2013-17:07:43
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Miles Vorkosigan, figlio del primo ministro di Barrayar e fresco di accademia militare, ├Ę riuscito finalmente a ottenere la sua prima nomina, nonostante i pesanti handicap fisici e la propensione a combinare guai. Ma l'Alto Comando preferisce inviarlo all'altro capo della Galassia per svolgere un'insignificante missione. Ma, se c'├Ę di mezzo Miles, nulla pu├▓ rimanere a lungo "insignificante"... Il nostro eroe, infatti, viene subito coinvolto in un colossale intrigo interstellare; ├Ę costretto a inseguire il giovane Imperatore Gregor, vittima di un gioco di potere molto pi├╣ grande di lui e che si ritrova prigioniero su un'astronave dei temibili mercenari Dendarii, diretta al lontano Aslund. La missione non pu├▓ fallire: le conseguenze sarebbero catastrofiche per pi├╣ di un pianeta. Inoltre, se Gregor morisse, potrebbe essere lo stesso Miles a doverlo sostituire, e quello sarebbe un destino peggiore della morte.