Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
bibliotecario Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Thx 1138 Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Algernon Algernon 
Fantobelix Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Mr.Chicago Vedi il profilo utente 
Visitatore Visitatori(36)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Bianchi cerchio rosso

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:559
 
Piace a 2 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 7.25
 
N.:   551
La fabbrica dei flagelli
Autori VARI
     A cura di: Arthur C. CLARKE (ps. di Arthur Charles CLARKE)
     Traduzione: Beata DELLA FRATTINA
     Copertina: Karel THOLE
 
Data:   18 Ottobre 1970 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:  
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 190
Contenuto:   Antologia  Nr pagg.:   180
 
 
  Ultima modifica scheda: Lucky 07/09/2018-21:10:33
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Il Diluvio Universale, le Sette Piaghe d'Egitto, le epidemie di peste e colera che decimarono nei secoli passati la popolazione terrestre, avevano se non altro il pregio di cadere, per così dire, dall'alto. In pochi decenni, tutto questo è drammaticamente cambiato: gli Dei, il Fato, la Natura sono usciti di scena, e oggi è l'uomo stesso che si scava la fossa da se, che fabbrica i flagelli di cui è vittima. Quanto maggiori i progressi della nostra tecnologia, tanto maggiore la nostra vulnerabilità. Questo tema - proposto da Arthur Clarke è stato assegnato dalla Meredith Press a tre scolari d'eccezione come Silverberg, Zelazny e Blish, che l'hanno trattato secondo il proprio estro, ciascuno senza sapere come lo stessero svolgendo gli altri due. Ne è uscita una impressionante antologia di fantascienza ecologica, che abbiamo il dovere, oltre che il piacere, di offrire ai nostri lettori e compagni di specie.