Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Rocheta Rocheta 
Tony Lee Tony Lee 
zecca_2000 zecca_2000 
Pio III Pio III 
Lukedebo Lukedebo 
Visitatore Visitatori(46)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

I Classici della Fantascienza e della Fantasy - Fanucci

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:5535
 
Piace a 3 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 7.75
 
N.:   3
Il ciclo marziano
Leigh BRACKETT
     Prefazione: Gianni PILO e Alessandro GAMBERINI
     Traduzione: Marta SIMONETTI, Beata DELLA FRATTINA, Gianni MONTANARI e Franco JACHINO
     Copertina: Marco SANI
 
Data:   Febbraio 1990 ISBN:    8834700902
Tit.Orig.:  
Note:   In realtà le traduzioni sono quelle vecchie con qualche minimo ritocco
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura con sovraccoperta
Tipologia:   Principali Dimensioni:   135 x 210
Contenuto:   Antologia  Nr pagg.:   480
 
 
  Ultima modifica scheda: Mr.Chicago 10/01/2019-18:17:06
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Gli scritti del Ciclo Marziano della Brackett ci mprpongono un'incredibile serie di personaggi: a volte dolcissimi e maledetti, come il piccolo vampiro mentale di Mars Minus Bisha, a volte fieri e feroci come i personaggi di The Jewels of Mars, a volte enigmatici e spietati come la sacerdotessa di The Purple Priestess of the Mad Moon, fino a giungere all'affresco della fine di tutto un popolo che vive i suoi ultimi giorni nello splendido racconto The Last Days of Shandakor.
Né gli Dei sono meno vitali degli uomini nel Marte di Leigh Brackett. Come dimenticare infatti la cupa e splendida figura di Rhiannon, il superuomo Quiru, condannato ad una eterna attesa di redenzione? O gli esseri alati e i terribili Dhuviani, protagonisti di quello che è senza ombra di dubbio il suo miglior romanzo?
Ma, siano essi uomini o Superuomini, accettano con fierezza e rassegnazione le regole di vita e di morte che governano il pianeta Marte che tanto amano, e il cui diritto a morire con dignità difendono a oltranza, pagando spesso con la vita questa scelta.
Un Ciclo che non dimenticherete mai e che vi piacerà sempre di più ogni volta che lo leggerete.