Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Vecchio47 Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Visitatore Visitatori(38)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Bianchi cerchio rosso

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:541
 
Piace a 6 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 7.50
 
N.:   533
Messaggio da Cassiopea
Chloe ZERWICK e Harrison BROWN
     Traduzione: Beata DELLA FRATTINA
     Copertina: Karel THOLE
 
Data:   8 Febbraio 1970 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   The Cassiopeia Affair, 1968
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 190
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   216
 
Ristampato nel numero: 853
 
  Ultima modifica scheda: victory 28/01/2014-17:37:14
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
In una sperduta valle americana vive una piccola comunità di uomini e donne. Non sono fuorilegge, non sono hippies, non sono utopisti o fanatici religiosi: sono scienziati. La loro prima virtù è la pazienza, il loro primo compito quello di aspettare, per mesi, anni o decenni, un segnale dalle stelle. Che cosa significherebbe, oggi, per noi, un messaggio da Cassiopea? Come lo prenderebbe l'uomo della strada? Come reagirebbero i generali, i ministri, i senatori, i presidenti, il Papa, alla notizia che esiste nella galassia un'altra civiltà? Molti di noi sarebbero emozionati, altri increduli, altri spaventati o indifferenti; alcuni penserebbero alla pace, altri alla guerra. È comunque un'ipotesi non solo plausibile, ma molto vicina, che gli autori trattano col realismo, la drammatica, precisa immediatezza della fantapolitica d'alta scuola, e il piacere di raccontare in anticipo ciò che forse vedremo coi nostri occhi fra non molto