Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Autori
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
victory Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Dylan65 Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Visitatore Visitatori(60)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Tascabili Omnibus - Nord

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:5080    
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
N. Volume:   7
Titolo:   Fondazione R.I.P. Ente per le Relazioni Interplanetarie
Autore:   Lloyd BIGGLE jr.
   Traduzione: Paulette PERONI e Gabriele TAMBURINI
 
Data Pubbl.:   Febbraio 1993 ISBN:    8842906581
Titolo Orig.:  
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   114 x 185
Contenuto:   Antologia  N. pagine:   380
 
 
  Ultima modifica scheda: rammstein 15/12/2018-21:05:09
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
AI MARGINI DELLA GALASSIA
«Lo scatto di rabbia che Forzon quasi si aspettava non venne. Il re evidentemente, considerava l'intendente Jef Forzon come un enigma da risolvere più che come un prigioniero da castigare. Inclinò il capo di lato e considerò Forzon con un'espressione di grande perplessità. Improvvisamente scattò in piedi, guardando fisso verso le feritoie... Sopra la città, alto, squillante e morbido, destando mille echi rifrangenti, veniva da lontano il suono delle trombe.» Che cosa accadde ai margini della Galassia, oltre confine, dove l'Ente per le relazioni interplanetarie non riesce a creare nel continente Kurr del pianeta Gurnil le condizioni per l'ammissione alla Federazione?
LA DEMOCRAZIA IMPOSTA DALL'ESTERNO È LA PIÙ GRAVE FORMA DI TIRANNIA: questa è la legge numero uno dell'Ente, che deve perciò svolgere la sua opera come un Servizio Segreto. Ma in Kurr i suoi uomini si trovano di fronte a un popolo gentile, prospero e felice del proprio stato. E forse il male è all'interno dell'Ente stesso.

GLI OLZ DI BRANOFF IV
Come è possibile che sul pianeta Branoff IV, nel paese di Scorvif, una popolazione pacifica e buona, onesta e laboriosa, dotata di uno stupendo senso artistico, accetti senza batter ciglio la tirannia della dinastia dominante? Com'è possibile, soprattutto, che questa popolazione accetti di costruire il proprio benessere sulle sofferenze degli «Olz», una razza di schiavi, che lavorano nei campi, nelle foreste, nelle miniere, e che come unica ricompensa conoscono la fame e la morte?
Com'è possibile che questa razza schiava non abbia, né sembri mai avere avuto, neppure l'inizio della più piccola rudimentale cultura, del minimo folclore?
Il giovanissimo aspirante della Sovrintendenza Culturale, aggregato a una delegazione dell'Ente per le Relazioni Interplanetarie su Branoff IV, fuori dei confini della Federazione galattica, si accorge a poco a poco che la sua missione consiste nello scoprire il segreto degli «Olz». E, per assolverla, mette in gioco la propria vita.