Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
sklerotiko sklerotiko Amico di Urania Mania
spaceinvader spaceinvader 
Visitatore Visitatori(63)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Odissea Fantasy - Delosbooks

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:50656
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 1 utente
Media: 2.50
 
N.:   2
Basil Argyros Agente dell''Impero di Bisanzio
Harry Norman TURTLEDOVE
     Traduzione: Viviana VIVIANI
 
Data:   Settembre 2006 ISBN:    8889096454
Tit.Orig.:   Agent of Bysantium, 1994
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantasy
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   120 x 200
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   317
 
 
  Ultima modifica scheda: Grianne 17/09/2013-18:27:26
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Se il mondo non avesse conosciuto la grande espansione araba che si estese dalle coste dell'Atlantico alle frontiere della Cina, l'impero Bizantino non sarebbe mai stato costretto a cedere territori agli invasori, nè a difendere Costantinopoli dall'assedio che sarebbe stato il principio della sua rovina. Anzi, senza più alcuna pressione a oriente, Bisanzio avrebbe potuto giocare un ruolo decisivo nel mondo occidentale. Però anche la Persia avrebbe acquisito una diversa forza politica: anch'essa, priva della pressione araba, sarebbe diventata l'unica potenza in grado di contrastare l'impero e fomentare al suo interno disordini per destabilizzarlo. È in questo mondo che agisce Basil Argyros, soldato, spia e agente dell'impero, chiamato a contrastare le mire espansionistiche dello Stato nemico. Apparentemente il suo ruolo deve svolgersi in un contesto privo di cambiamenti radicali, ma ben presto Argyros impara a sue spese che le tensioni politiche possono essere più drammatiche di una guerra aperta.