Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Mr.Chicago Vedi il profilo utente 
Visitatore Visitatori(64)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Arcano - Nord

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:50415
 
Piace a 2 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 7.00
 
N.:   1
La torre di Goblin
Lyon Sprague DE CAMP
     Traduzione: Riccardo VALLA e Gaetano Luigi STAFFILANO
 
Data:   Ottobre 1971 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   The Goblin Tower, 1968
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantasy
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Cartonato con sovracoperta
Tipologia:   Principali Dimensioni:   124 x 195
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   236
 
 
  Ultima modifica scheda: Stilgar 20/05/2012-22:12:16
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Il gioco di inventare paesi fantastici, genti immaginarie, usi e costumi pittoreschi ha una salda tradizione alle sue spalle, e la fantascienza vi ha fatto ricorso un numero infinito di volte. I bersagli contro cui De Camp indirizza le sue frecciate sono ben noti ai lettori di fantascienza: la saccenteria dei pedanti, la vanagloria dei guerrieri da poltrona, l'astuzia truffaldina dei demagoghi. Perci├▓ si pu├▓ essere sicuri, iniziando a leggere una sua opera che troveremo, dietro la maschera dell'ambiente immaginario, situazioni e comportamenti che ci circondano nella vita di tutti i giorni. Il mondo di Novaria ├Ę un reame tipicamente alla maniera di De Camp. Vi domina una curiosa e ribalda anarchia di forme politiche e sociali. Regni costituzionali e non, repubbliche oscurantiste o illuminate, e anche il puro e semplice dominio del pi├╣ forte: ognuna di queste forme vi trova dei convinti assertori. In questo mondo, l'unica persona capace di avvertire le incongruenze che lo circondano ├Ę il protagonista del romanzo, Jorian. Re per caso, avventuriero suo malgrado, cantastorie per vocazione, viene coinvolto nella estenuante ricerca di un antico tesoro: in essa incontrer├á ogni sorta di nemici e di pericoli, nella migliore tradizione dell'avventura eroicomica.