Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
sklerotiko sklerotiko Amico di Urania Mania
Visitatore Visitatori(61)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Fantasy World - Hobby & Work

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:46646
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
N.:   [14]
Drachenfels
Jack YEOVIL (ps. di Kim James NEWMAN)
     Traduzione: Catia LATTANZI
     Copertina: Adrian SMITH
 
Data:   Aprile 2005 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   Drachenfels, 2001
Note:   1° Volume serie Genevieve
 
Genere:   Libri->Fantasy
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:  
Tipologia:   Principali Dimensioni:  
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:  
 
 
  Ultima modifica scheda: victory 22/04/2010-13:44:03
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Detlef Sierck, il più temibile scienziato-stregone che sia mai apparso sulla terra, sta dedicando tutte le sue energie a un progetto che, se condotto in porto, potrebbe sconvolgere l’intero universo e aprire la strada alle forze del male: la resurrezione di Drachenfels, una creatura sovrannaturale a metà strada tra un demone e un vampiro, dotata di un enorme potere negromantico, che gli umani, sia pure a stento, avevano già sconfitto migliaia e migliaia di anni prima. Per realizzare il suo perverso piano, Sierck deve tuttavia raggiungere l’antica fortezza di Drachenfels e recuperare una formula magica decisiva per la resurrezione della creatura. Ma le mura della fortezza, in realtà, nascondono un segreto ancora più terrificante, di fronte al quale persino gli abominevoli obiettivi di Detlef sembrano ben poca cosa…