Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
bibliotecario Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
tehom tehom 
scifi1 scifi1 
Visitatore Visitatori(59)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

TEADue - Editori Associati

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:45737
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
N.:   1344
Ribellione
Anselm AUDLEY
     Traduzione: Annarita GUARNIERI
 
Data:   Marzo 2006 ISBN:    8850210434
Tit.Orig.:   Crusade ,2003
Note:   La Saga di Aquasilva (3)
 
Genere:   Libri->Fantasy
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   128 x 198
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:  
 
 
  Ultima modifica scheda: gretana 12/04/2010-20:38:50
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Sul pianeta lontano di Aquasilva, coperto per la maggior parte dalle acque e tiranneggiato da una fanatica casta religiosa, ancora una volta si combatte l'eterna lotta di un popolo contro l'oppressione e la schiavit√Ļ. E a capo di quel popolo c'√® un giovane... Dopo una fuga rocambolesca, Cathan √® riuscito a eludere la sorveglianza degli spietati agenti dell'Inquisizione nascondendosi a Thetia, in una biblioteca. L√¨, accolto da un gruppo di eruditi, viene iniziato allo studio delle correnti oceaniche per poter acquisire il controllo sulla magia delle tempeste, l'unica in grado di sovvertire il potere assoluto del Dominio, incarnato nel nuovo imperatore Aetius IV. Molte dure prove attendono Cathan sulla strada che conduce alla libert√†, molte rivelazioni, e la scoperta dolorosa che i sacerdoti del Dominio non sono gli unici nemici...