Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
SERGENTE SERGENTE Amico di Urania Mania
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
nollicus Vedi il profilo utente 
miky1 miky1 Amico di Urania Mania
Visitatore Visitatori(60)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Fantacollana - Nord - Serie antica

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:4484
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
N.:   56
Il Re non Decapitato
Lyon Sprague DE CAMP
     Traduzione: Annarita GUARNIERI
     Copertina: Rowena MORRILL
 
Data:   Ottobre 1984 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   The Unbeheaded King, 1983
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantasy
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura con sovraccoperta
Tipologia:   Principali Dimensioni:   124 x 195
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   192
 
 
  Ultima modifica scheda: Grianne 01/10/2013-22:45:05
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Tre anni prima, Jorian, il guerriero pezzente e ardito, spaccone e balordo de La torre di Goblin e Jorian di Iraz, era stato incoronato re di Xylar. Ma le leggi di Xylar decretavano che ogni re venisse decapitato allo scadere dei cinque anni di regno e Jorian aveva dei pregiudizi contro la perdita della propria amatissima testa. Con l'aiuto dell'anziano mago Karadur era riuscito a scappare e finora le truppe di Xylar non erano state in grado di riacciuffarlo. Sfortunatamente, Jorian non aveva potuto portar con sé l'amata moglie, la regina Estrildis, né era riuscito a trovare un modo di liberarla dal palazzo reale di Xylar. Ora, tuttavia, Jorian sentiva che la fortuna stava venendo dalla sua parte. Assieme al fido Karadur volavano nell'aria notturna in una grande bagnarola di rame, guidata da un demone controllato da Karadur. Di fronte a loro si stendeva la città di Xylar: lì Jorian avrebbe calato una fune e sarebbe sceso a liberare la bella Estrildis. Sembrava proprio un piano a prova di bomba, anzi a prova di magia. Eppure la sorte non era con Jorian nemmeno questa volta: certo il povero re spaccone non avrebbe potuto prevedere le varie sventure che gli sarebbero capitate, come l'unicorno nella foresta di Orthomae, o il carente senso di identità del demone Ruakh. Senza contare che c'erano sempre, alle sue calcagna, i soldati di Xylar... decisamente intenzionati ad assicurarsi che egli compisse il proprio reale dovere di essere decapitato!