Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Vecchio47 Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
tehom tehom 
wawawa wawawa 
Visitatore Visitatori(32)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Grandi Scrittori di Fantascienza - Euroclub

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:4422
 
Piace a 3 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 7.00
 
N.:   Anno II - N. 1 (7)
Scambio mentale - Gli orrori di Omega - AAA ASSO
Robert SHECKLEY
     Copertina: Oliviero BERNI
 
Data:   Gennaio 1981 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:  
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Cartonato con sovracoperta
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 195
Contenuto:   Antologia  Nr pagg.:   413
 
 
  Ultima modifica scheda: fantagufo 27/03/2016-01:27:20
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Considerato uno dei più grandi maestri della fantascienza sociologica, Robert Sheckley nei suoi romanzi compie una feroce critica del costume americano, delle tendenze razzistiche, dello sviluppo consumistico che tende a coinvolgere anche i più delicati settori dell'esistenza umana. È un autore che ha il gusto del capovolgimento, della trovata paradossale, che però non è fine a se stessa ma viene usata come deterrente fantastico contro il conformismo e le aberrazioni provocate dai mass-media. I suoi personaggi sono uomini comuni calati in un universo dove nessuna legge funziona e dove le macchine si muovono come buffi uomini permalosi. All'humour, al rispetto per gli altri popoli e a un sincero apprezzamento per il sesso, la sua narrativa unisce un altro elemento vitale: la disperazione. I protagonisti si trovano spesso a due passi dalla salvezza che però non viene raggiunta per l'indifferenza dei potenziali salvatori, impediti d'altro canto dai regolamenti burocratici: come il postino-robot che porta gli auguri di compleanno al cercatore morente nel deserto e non lo salva perché è programmato per fare solo il postino. E proprio la tecnologia troppo perfetta a provocare la loro distruzione; l'arma è talmente raffinata che gli aggressori non si accorgono nemmeno di essere disintegrati. L'unica via di salvezza sta nel coraggio di rifiutare la tecnologia. Ma anche quest'ultima è un'illusione che sparisce negli ultimi romanzi di Sheckley. In Gli orrori di Omega l'autore scopre che il repressore automatico di ogni nostro atto vitale è dentro noi stessi e in Scambio mentale narra la storia di un uomo che cerca di ritornare attraverso lo spazio e il tempo al proprio mondo originale, il nostro, per approdare alla fine a un mondo diverso, che scambia per il proprio convinto che un mondo valga l'altro e che tutti non valgano nulla. Ma anche se la tematica di Sheckley non è certo ottimistica, non per questo egli è uno scrittore triste o difficile: anzi ciò che ha portato di nuovo, di vitale, alla tantascienza americana è soprattutto l'uso di un linguaggio fresco, veloce, assolutamente non intellettualistico, capace di seguire con estrema mobilità gli imprevedibili sviluppi della trama, la girandola dei fatti, le trovate mozzafiato dei suoi romanzi bellissimi.