Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
robdimo Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
zecca_2000 zecca_2000 
Visitatore Visitatori(61)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Narrativa Nord - Nord

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:39995
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
N.:   233
L'Esilio della Regina
Manda SCOTT
     Traduzione: Elisa VILLA
     Copertina: Nik KEEVIL
 
Data:   Novembre 2005 ISBN:    9788842914136
Tit.Orig.:   Dreaming the Hound, 2005
Note:   romanzo storico
 
Genere:   Libri->Spy Story
 
Categoria:   NON FANTASTICO Rilegatura:   Cartonato con sovracoperta
Tipologia:   Principali Dimensioni:   140 x 210
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   552
 
 
  Ultima modifica scheda: fantagufo 07/01/2017-11:35:51
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
57 d.C. Da oltre quattordici anni gran parte della Britannia √® sotto l'occupazione romana. Dalla fortezza di Camulodunum, il governatore amministra con pugno di ferro la nuova provincia dell'impero e le popolazioni celtiche piangono la morte di migliaia di uomini, donne e bambini: interi villaggi sono stati sterminati per rappresaglia contro gli inutili tentativi di ribellione. Ma la Britannia non √® una terra ricca d'argento e d'oro e gli introiti provenienti dai tributi sono scarsi, cos√¨ l'imperatore Nerone, succube dei suoi consiglieri, non esita a cedere diritti commerciali ai mercanti di schiavi. Anche per questo le trib√Ļ britanne, sconfitte ma non spezzate, sembrano aspettare solo il momento giusto per insorgere. L'ovest del Paese ancora non √® sotto il giogo di Roma e nell'isola sacra di Mona - dove l'acqua e le spade proteggono le antiche tradizioni - si concentra il nucleo dei rivoltosi. Simbolo della resistenza √® Breaca, che in combattimento ha meritato il nome di Boudica, la Portatrice di Vittoria: nel cuore piange la perdita dell'amato Caradoc, ma continua a dedicarsi con tutta se stessa alla battaglia contro gli invasori. Durante l'estate, √® alla testa dei guerrieri per impedire alle legioni di raggiungere l'isola degli dei, mentre in inverno, va a caccia da sola, tendendo agguati ai nemici; i legionari sono arrivati a temerla, quasi fosse uno spirito delle montagne che si nutre delle loro anime. Intanto, in Hibernia, un uomo consuma il suo esilio. All'apparenza √® un umile fabbro, in realt√† √® Julius Valerius, gi√† decurione della cavalleria romana, e prima ancora B√°n, fratello di Breaca. Il suo animo √® lacerato dall'incapacit√† di scegliere tra quelle due vite, ma l'arrivo del saggio Luain Mac Calma pu√≤ convincerlo a riprendere le armi per la difesa della sua terra‚Ķ