Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
bibliotecario Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Vecchio47 Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Visitatore Visitatori(58)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Oscar - Mondadori - Gli Oscar (senza indicazione di genere)

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:3773
 
Piace a 5 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 8.75
 
N.:   434
Io, robot
Isaac ASIMOV
     Prefazione: Roberta RAMBELLI (ps. di Jole RAMBELLI)
     Traduzione: Roberta RAMBELLI (ps. di Jole RAMBELLI)
     Copertina: Karel THOLE
 
Data:   16 Gennaio 1973 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   I, Robot, 1950
Note:   Riedito con nuova traduzione in Oscar Bestsellers n° 1344 [Maggio 2003]
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   110 x 185
Contenuto:   Antologia  Nr pagg.:   256
 
 
  Ultima modifica scheda: Fantobelix 01/09/2018-23:17:06
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Io, Robot è stato e rimane il capolavoro della fantascienza tecnologica. Il tratto distintivo dei robot di Asimov è una "umanità"  intesa non come semplice mimesi, ma quasi come superamento della mentalità umana: il robot è per Asimov un essere razionale ma privo della libertà di commettere il male e rappresenta in senso lato l'attuazione concreta degli ideali umani di perfezione. Di qui l'ammirazione, l'invidia, l'ostilità degli uomini nei suoi confronti. Privi di antenati diretti questi robot hanno invece una discendenza innumerevole e famosa. Il robot positronico e soprattutto Le Tre Leggi della Robotica (esposte per la prima volta in questo libro) sono ormai dei capisaldi a cui nessun autore di science fiction oggi si sottrae, magari sottintendendole invece di esprimerle. Fondamentale nella storia della fantascienza, Io, Robot ne rappresenta ugualmente una delle espressioni migliori, fra le più gradevoli anche al di fuori della cerchia degli iniziati. Le qualità di narratore di Asimov, le sue invenzioni (il robot cartesiano, il robot che legge il pensiero, l'astronave manovrata dal Cervello) fanno di questi racconti una lettura affascinante.