Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
vinmar Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
attiliosfunel attiliosfunel 
Free Will Free Will 
Gabriele Civati Gabriele Civati 
Visitatore Visitatori(53)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Oscar Fantascienza - Mondadori - Doppia Numerazione

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:3672
 
Piace a 5 utenti
Non piace a 1 utente
Media: 7.80
 
N.:   20 - 181
Cronache marziane
Ray BRADBURY
     Traduzione: Giorgio MONICELLI
     Copertina: Karel THOLE
 
Data:   1 Febbraio 1980 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   The Martian Chronicles, 1950
Note:   Riedizione in Oscar Fantascienza dell'Oscar n° 181 [Gennaio 1977]. Ristampato in Oscar Paralleli [Settembre 1993]
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Ristampe/Riedizioni Dimensioni:   110 x 184
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   336
 
 
  Ultima modifica scheda: Fantobelix 09/02/2016-22:35:18
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Questo libro di Ray Bradbury raccoglie una serie di "cronache" fantastiche che favoleggiano della conquista e della successiva colonizzazione di Marte da parte di un'umanità prevalentemente americana, tra il 1999 e il 2026: anno in cui lo scoppio di una guerra atomica richiama i terrestri sul proprio pianeta. L'antichissimo Marte resta allora nuovamente abbandonato e deserto, con le ampie e impetuose correnti dei suoi misteriosi canali millenari, coi suoi immensi mari privi di vita, sulle cui sabbie passano i grandi velieri degli ultimi marziani creature simili a fantasmi, ombre e larve di una civiltà che i terrestri non hanno saputo né vedere né intendere. Con Cronache marziane é nato un nuovo originalissimo scrittore, per il quale la fantascienza non é che pretesto per dare sfogo all'estrosa fantasia, e, in questo caso, per una protesta contro la vita di oggi che tende, con iI troppo facile materialismo e commercialismo, a distruggere l'elemento poetico e fiabesco, ideale dell'uomo e della sua storia.