Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Visitatore Visitatori(63)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Losanga 2 - immagine nel cerchio

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:360
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
N.:   352
I polimorfi e altri racconti
Autori VARI
     Traduzione: Autori VARI
     Copertina: Karel THOLE
 
Data:   4 Ottobre 1964 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:  
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 190
Contenuto:   Antologia  Nr pagg.:   128
 
 
  Ultima modifica scheda: mvent 16/06/2012-08:06:35
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Descrivere un uomo comune, come noi, in una situazione non comune (un contadino alle prese con un disco volante, uno scienziato minacciato da un robot ecc.) è già un'impresa piuttosto difficile. Ancora più difficile è fare il contrario: descrivere, cioè, una creatura molto diversa da noi in una situazione (per lei) comune. Finché si tratta di vederlo dal di fuori, coi suoi tentacoli e le sue mandibole, un alien è infatti relativamente concepibile; ma quando si vuole addirittura seguirlo dal di dentro, immaginare le sue reazioni, inventare i suoi meccanismi biologici, sono pochi gli scrittori di fantascienza che non si tirano indietro. Uno di questi è Van Vogt, che con un'audacia e una bravura degni del suo nome, ha creato una razza di mutanti senza precedenti negli annali della f.s. I suoi polimorfi sono davvero, il lettore se ne accorgerà, diversi da noi, sia nella vertiginosa libertà di movimenti di cui godono, sia nella ciclica schiavitù delle loro metamorfosi. Degli altri racconti che fanno parte di questo numero, diremo che ci sarebbe impossibile indicare le nostre preferenze; a nostro giudizio tutti ci sembrano, ciascuno a suo modo, ottimamente riusciti.