Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
vinmar Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
massimo massimo 
marco.kapp Vedi il profilo utente 
sethy65 sethy65 
Mr.Chicago Vedi il profilo utente 
Sentinel Vedi il profilo utente 
Visitatore Visitatori(56)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Galassia - La Tribuna - Scritta Galassia nel riquadro colorato

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:3016
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
N.:   201
Fuori dalla bocca del drago
Mark S. GESTON (ps. di Mark Symington GESTON)
     Traduzione: Gian Paolo COSSATO e Sandro SANDRELLI
 
Data:   1 Settembre 1974 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   Out of the Mouth of the Dragon, 1969
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   124 x 184
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   160
 
 
  Ultima modifica scheda: zecca_2000 30/01/2019-19:22:37
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Come già nei «Signori della Nave delle Stelle», Geston in questo suo secondo romanzo affronta il tema - titanico - della eterna lotta fra il Bene e il Male, concretizzata in uno scontro di eserciti su una terra sempre più desolata e distrutta, sia fisicamente che nello spirito. Geston crea il suo mondo desolato con puntigliosa sapienza geografica paesaggistica, dandogli - pur fra prodigi - un angosciante sapore di realtà, di verosimiglianza. Ogni battaglia sembra quella decisiva: così già sembrava nei «Signori della Nave delle Stelle», ma era illusione. Questa volta, l'Armageddon, al quale «tutti sono chiamati a rispondere» per lo scontro frontale, è proprio l'ultimo (nel suo terzo romanzo, Geston non riprende più il tema, segue altre vie ispirative). Da esso, la Creazione uscirà rinnovata o definitivamente distrutta, coinvolgendo nel suo destino anche le stelle e il Cosmo intero.