Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
attiliosfunel attiliosfunel 
grifone58 grifone58 Amico di Urania Mania
npano Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Baslim Baslim 
Visitatore Visitatori(62)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Galassia - La Tribuna - Scritta Galassia nel riquadro colorato

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:2934
 
Piace a 1 utente
Non piace a 0 utenti
Media: 8.00
 
N.:   119
Missili e serpenti blu
Laurence Mark JANIFER e Stephen John TREIBICH
     Traduzione: Mario MASSAI
     Copertina: Ferruccio ALESSANDRI
 
Data:   1 Giugno 1970 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   Target: Terra, 1968
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   124 x 184
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   160
 
 
  Ultima modifica scheda: Tony Lee 20/11/2015-12:16:46
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Laurence M. Janifer e S.J. Treibich, lavorando in coppia, hanno elaborato questo esercizio virtuosistico: un dramma nel ristretto spazio di una Stazione Orbitale, pochi personaggi fortemente caratterizzati, un pericolo concreto e misterioso allo stesso tempo, e un gruppo di macchine impazzite. Una storia folle di regolamenti e comandanti ostinati, di cuochi, di saggi dottori, più una donna in angustie e un nano innamorato dei circuiti elettronici. In mezzo a tutto ciò, l'emblematico rappresentante dell'uomo comune, in preda a problemi più grandi di lui, che vive e riflette nel suo intimo la tragicommedia degli uomini e dei meccanismi, in una quasi-simbiosi. Ne è uscita fuori un'opera densa, dal taglio insolito, ricca di mordente, che sotto alcuni aspetti ricorda Heinlein, e sotto altri... Sartre. Un'opera attuale, con non pochi risvolti realistici il cui tono spesso umoristico non ci fa certo dimenticare che in "Missili e serpenti blu" Janifer e Treibich parlano dì avvenimenti tutt'altro che impossibili in un prossimo futuro. La guerra batteriologica, le Stazioni Orbitali che esercitano un'azione di polizia intorno alla Terra, l'incomprensione tra gli uomini di diverso colore portata nello spazio, con tutte le sue paradossali implicazioni, questi sono alcuni degli argomenti che fanno da sfondo alla narrazione. "Missili e serpenti blu", epopea antieroica, ha un protagonista dal nome cattivante, Angelo Di Stefano, il quale, dai suoi antenati indubbiamente italiani, ha ereditato in modo inconfondibile l'arte di arrangiarsi, oltre all'atteggiamento disincantato e goffo nei confronti delle gerarchie e dell'autorità costituita. E' fin troppo facile prevedere che lo ritroveremo, con tutti i suoi pensieri e i suoi piccoli, quotidiani eroismi, in altre avventure.