Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Autori
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
tehom tehom 
and and 
Fantobelix Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Mr.Chicago Vedi il profilo utente 
Sentinel Vedi il profilo utente 
Visitatore Visitatori(55)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Costa rossa - formato piccolo

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:274
 
Piace a 1 utente
Non piace a 3 utenti
Media: 5.17
 
N. Volume:   274
Titolo:   La guerra delle macchine
Autore:   Lieutenant KIJ√Č (ps. di Alain YAWACHE)
   Traduzione: Patrizio DALLORO (ps. di Maria Teresa MAGLIONE)
   Copertina: Karel THOLE
 
Data Pubbl.:   28 Gennaio 1962 ISBN:    non presente
Titolo Orig.:   La Guerre des machines, 1961
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 190
Contenuto:   Romanzo  N. pagine:   144
 
 
  Ultima modifica scheda: Lucky 26/08/2018-20:22:26
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Secondo l'autore sono tre i motivi per cui una civilt√† pu√≤ autodistrugsersi: sete di nuove conquiste, inconscio disgusto di se stessa, esasperazione del progresso. Queste tre condizioni si trovano riunite nel mondo del capitano Morton, un mondo nel quale una paurosa ¬ęEternit√†¬Ľ detta legge e distrugge chiunque la ostacoli. Gli uomini di quel mondo sono ridotti alla vita delle formiche: respirano, si muovono, combattono, muoiono nel sottosuolo del pianeta perch√© la superficie √® in mano alle Macchine, prodotto di una societ√† post-atomica, che si sono ribellate all'uomo e che non ne tollerano la presenza sotto il sole. Gli uomini temono anche il sole, perch√© hanno disimparato a conoscerlo, e lo considerano nemico, come le Macchine. Soltanto Morton trova la forza di ribellarsi alla paura secolare per il sole, le Macchine e l'Eternit√†. E li sfida, trascinando altri con s√©, convinto che per gli uomini sia giunto il momento di tornare a vivere alla superficie del pianeta ch√© √® loro.