Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Autori
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Visitatore Visitatori(47)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Costa rossa

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:263    
 
Piace a 2 utenti
Non piace a 2 utenti
Media: 5.83
 
N. Volume:   263
Titolo:   La montagna degli orrori
Autore:   John CREASEY
   Traduzione: Mario GALLI
   Copertina: Karel THOLE
 
Data Pubbl.:   27 Agosto 1961 ISBN:    non presente
Titolo Orig.:   The Touch of Death, 1954
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   140 x 200
Contenuto:   Romanzo  N. pagine:   128
 
 
  Ultima modifica scheda: mvent 14/06/2012-07:37:22
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Un uomo viene abbandonato dalla fidanzata. Banale. Cerca di affogare il suo dispiacere nel whisky, e perde l'impiego. Triste ma ancora comune. Ma una sera, esce di casa e inciampa in un cadavere. Questo già esce dalla norma. Il fatto più strano però accade quando tocca il cadavere dello sconosciuto, e non muore come invece dovrebbe. Lui non se ne stupisce, perché ignora l'esistenza di una sostanza letale e trasmissibile per contagio. Ma se ne accorgono altri, e da quel momento il giovane Si trova coinvolto in un'avventura tale da fargli sospettare, a volte, d'essere impazzito. E un pazzo c'è veramente in questa storia, ma non è lui. E' un uomo ricchissimo, intelligentissimo, e dotato di un magnetismo che affascina chiunque lo conosca. Tre doti molto pericolose quando si trovino riunite in un megalomane. Spesso, nel corso della vicenda, il giovane protagonista si trova a rimpiangere il SUO donchisciottismo che l'ha spinto ad accettare la proposta del dottor Palfrey. Quel pazzo, coi suoi sogni di dominio, è troppo forte perché un paio di persone da sole riescano a dargli scacco matto, a meno che non succeda un miracolo, come ad esempio quello di scoprire che... Ma questo è meglio che il lettore lo sappia direttamente da John Creasey, perché dirlo qui sarebbe come rivelare l'assassino a chi sta leggendo un romanzo giallo.