Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
stalker1 stalker1 
Visitatore Visitatori(60)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Cosmo Oro - Nord - immagine riquadro grande

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:2581
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 1 utente
Media: 5.50
 
N.:   79
L'estate di Helliconia
Brian ALDISS (ps. di Brian Wilson ALDISS)
     Traduzione: Annarita GUARNIERI
     Copertina: Paul LEHR
 
Data:   Settembre 1986 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   Helliconia Summer, 1983
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura con sovraccoperta
Tipologia:   Principali Dimensioni:   125 x 195
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   528
 
 
  Ultima modifica scheda: bibliotecario 16/09/2018-17:31:14
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Helliconia sta per affrontare l'estate del Grande Anno. Gli umani sono assorti nei loro affari, e i loro vecchi nemici, i nativi phagor, sono relativamente docili e tranquilli in questo periodo dell'anno: tuttavia i phagor possono permettersi di aspettare per avvantaggiarsi della debolezza umana, ma soprattutto della debolezza del re di Borlien, sempre più assediato da nemici e da problemi religiosi. Questo libro narra appunto la storia degli umani e dei phagor, una storia dove le tortuose circostanze del caso coinvolgono nobili e regnanti e gente comune allo stesso tempo in vicende incredibili che hanno luogo su tutti e tre i continenti di Helliconia. Mentre il primo libro di questa magnifica trilogia, La primavera di Helliconia, si svolgeva in un ambito ristretto e copriva molte generazioni, questo secondo volume ha luogo in soli sei mesi ma si svolge su gran parte di questo magnifico mondo: dalle regioni circumpolari di Sibornal ai ghiacciai di Hespagorat. Si tratta di un mondo bello e affascinante, meraviglioso e corrotto, accattivante e pericoloso, proprio come il nostro: solo un autore grandissimo come Brian Aldiss poteva creare un pianeta così e dipingere in maniera tanto convincente personaggi e paesaggi così comuni ed eccezionali al tempo stesso, sullo sfondo di un'incredibile estate interplanetaria che dura per interi secoli.