Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Visitatore Visitatori(62)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Cosmo Oro - Nord - immagine riquadro piccolo

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:2546
 
Piace a 6 utenti
Non piace a 1 utente
Media: 8.30
 
N.:   46
Le sirene di Titano
Kurt VONNEGUT (ps. di Kurt VONNEGUT jr.)
     Traduzione: Roberta RAMBELLI (ps. di Jole RAMBELLI)
 
Data:   Febbraio 1981 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   The Sirens of Titan, 1959
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Cartonato con sovracoperta
Tipologia:   Principali Dimensioni:   125 x 195
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   244
 
 
  Ultima modifica scheda: bibliotecario 14/09/2018-19:21:40
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Perché dovrebbe Malachi Consiant, l'uomo più ricco, più fortunato e più depravato degli Stati Uniti, partire con la sua astronave privata per destinazioni sconosciute assieme all'unica donna capace di resistergli? Chi è in realtà Unk, il povero soldato dell'esercito marziano che è stato sottoposto per ben otto volte al lavaggio dal cervello e ricorda ancora inquietanti particolari che lo spingono a cercare di saperne di più sul suo passato? Quale scopo bizzarro si nasconde dietro la strana invasione dei marziani sulla Terra? E quale rapporto esiste tra Winston Niles Rumfoord, il gentiluomo cronosinclasticoinfabulato che appare e scompare periodicamente sulla Terra e su Marte, e Salo, il misterioso inviato del lontanissimo pianeta Tralfamadore, naufragato con la sua astronave su Titano? Questi sono gli interrogativi alla base di uno dei veri capolavori della fantascienza, una space opera piena di irresistibile humour, di satira tagliente e di profonde riflessioni sul dilemma dell'esistenza umana, narrata con la stessa abilità e lo stesso stile brillante dimostrati da Kurt Vonnegut jr. in Distruggete le macchine, e che lo hanno fatto definire da Graham Greene « uno dei maggiori scrittori americani viventi ».