Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
victory Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
maxborgo maxborgo 
Mr.Chicago Vedi il profilo utente 
Visitatore Visitatori(54)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Slan. Il meglio della fantascienza - Libra

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:2472
 
Piace a 1 utente
Non piace a 0 utenti
Media: 7.00
 
N.:   45
S.O.S. da tre mondi
Murray LEINSTER (ps. di William Fitzgerald JENKINS)
     Traduzione: Roberta RAMBELLI
     Copertina: ALLISON
 
Data:   Maggio 1979 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   S.O.S. from Three Worlds, 1967
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Cartonato con sovracoperta
Tipologia:   Principali Dimensioni:   140 x 203
Contenuto:   Antologia  Nr pagg.:  
 
 
  Ultima modifica scheda: trifide 11/02/2011-15:24:13
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Terribili epidemie, misteriosi squilibri ecologici, allarmi planetari, divisioni xenofobe tra mondi di costellazioni lontane... in una parola, possiamo dire che tutta la Via Lattea è paese, parafrasando un vecchissimo proverbio della Madre Terra, quando ancora gli uomini vivevano tutti su di un solo pianeta, e ci stavano maledettamente stretti.
Ora che la Via Lattea è una míriade di stati e staterelli planetari, uniti spesso solo dal tenue filo di un'astronave medica che viaggia di stella in stella, con a bordo un dottore che deve essere non solo medico, ma anche diplomatico, psicologo, politico, meccanico, in una parola, un tuttofare su scala galattica, dotato principalmente di un indice di sopravvivenza altissimo... be', non è che le cose siano molto cambiate, dai tempi nei quali tutti vivevano in un angolo della galassia, su di un pianeta di una stella chiamata Sol, perché uomini, umanoidi e alieni obbediscono sempre a certi criteri che è impossibile sradicare.
E così, un dottore interstellare deve trascorrere settimane o mesi nell'iperspazio, solo, a bordo di un'astronave, in compagnia di un tormal (e chi non conosce i tormal, quei fantastici animaletti alieni che possiedono la fantastica abilità di sviluppare anticorpi contro qualsiasi malattia, conosciuta o sconosciuta, e inoltre amano follemente bere caffè, sono garruli e spaventosamente narcisisti, e, sapendo dire soltanto due parole sempre uguali, non corrono il rischio di annoiare come capita quando ci si imbatte in un compagno umano troppo loquace?) e poi ritrovarsi immerso in una situazione di pericolo, di allarme, di angoscia, su qualche pianeta sperduto i cui abitanti si credono maledettamente intelligenti, o terribilmente furbi, e si espongono a tutti i rischi conseguenti...
Bene, se non conoscete la vita di un medico interstellare, dovreste conoscerla.
Altro che pionieri, esploratori, conquistatori... un uomo del Servizio Medico Interstellare è veramente un personaggio che vive, letteralmente, nell'avventura!...