Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Vecchio47 Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
H.P.L. Vedi il profilo utente 
Mr.Chicago Vedi il profilo utente 
Visitatore Visitatori(55)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Capolavori - Boschi

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:24385
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
N.:   12
Il padrone del mondo
Jules VERNE
     Disegni: GUIZZARDI
 
Data:   Gennaio 1963 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   Maître du monde, 1904
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   170 x 240
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   144
 
 
  Ultima modifica scheda: fantagufo 25/08/2014-02:22:40
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Un geniale tecnologo, l'ingegnere Robur, parecchi anni prima del 1900 costruiva una "macchina volante" di tipo nuovissimo, fondandosi in parte sui principi ai quali dobbiamo i moderni elicotteri. E per dimostrare la superiorità del suo "Albatros" sui palloni areostatici già in uso o in progetto, compiva imprese da fuorilegge, disposto alle maggiori prepotenze e incurante delle libertà altrui. Le componenti aggressive e megalomani, o frenetiche, della genialità messa in atto da Robur - quali ci vennero già scritte nel romanzo Robur il Conquistatore - si espandono dentro alla vicenda narrata in Padrone del mondo. Robur pensa di aver conquistato un potere universale, grazie all'ultrarapido e polivalente veicolo da lui costruito: l'"Epouvante". Ma i fatti gli daranno un aspra smentita.
In questo romanzo, uscito nel 1904, Robur precorre certi smaniosi "titani" del medio 900, dilagati specialmente in campo politico.