Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Autori
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Vecchio47 Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
victory Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
zioRic zioRic 
Visitatore Visitatori(18)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Costa rossa

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:243
 
Piace a 4 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 6.83
 
N. Volume:   243
Titolo:   Anno 2391
Autore:   B. R. BRUSS (ps. di RenĂ© BONNEFOY)
   Traduzione: Patrizio DALLORO (ps. di Maria Teresa MAGLIONE)
   Copertina: Karel THOLE
 
Data Pubbl.:   20 Novembre 1960 ISBN:    non presente
Titolo Orig.:   An... 2391, 1959
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   140 x 200
Contenuto:   Romanzo  N. pagine:   128
 
 
  Ultima modifica scheda: Lucky 26/08/2018-20:11:59
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
I Cerel soffrono! Questa incredibile verità viene rivelata al popolo e una folla minacciosa ed esasperata dalla paura fa ressa attorno agli imponenti edifici che in ogni città del mondo ospitano i Cerel, i meravigliosi cervelli elettronici da cui dipendono la civiltà e la sorte stessa degli esseri umani. I Cerchi Neri, esiguo gruppo di scienziati che, unici al mondo, conoscono a fondo i Cerel, ne hanno perso il controllo, ma ancora si rifiutano di togliere alle macchine pensanti la pressione di apparecchi che simili a cilici le costringono all'obbedienza procurando loro un insopportabile dolore. Questo il mondo del 2391 immaginato dall'autore. Via via che le pagine scorrono, il lettore è portato a considerare le immense macchine come veri e ricopri esseri umani, e ne segue le ribellioni, le vicende, le azioni, come se esse fodero persone in carne e ossa, poiché la saggia Pandora, la dolce Minerva, la potente Azra, Perla la traditrice, vivono, pensano, soffrono, amano e odiano proprio come gli uomini che le hanno create. Accanto alla storia delle macchine scorre parallela quella degli esseri umani che ne sono insieme dominati e dominatori, finché la vicenda si conclude drammaticamente.