Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
nollicus Vedi il profilo utente 
Visitatore Visitatori(46)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Costa rossa

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:234
 
Piace a 3 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 7.00
 
N.:   234
Equazione tempo
Edmund COOPER
     Traduzione: Hilja BRINIS (ps. di Hilia BRINIS)
     Copertina: Karel THOLE
 
Data:   17 Luglio 1960 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   Seed of Light, 1959
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   140 x 200
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   128
 
 
  Ultima modifica scheda: mvent 14/06/2012-07:30:16
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Edmund Cooper, il giovane autore di "Uomini e androidi" pubblicato recentemente nella nostra collezione, ha scritto questa nuova storia del futuro col suo solito stile brillante e scorrevole che ben si addice a una lettura d'evasione. La fantasia audace ma controllata di Cooper, fa di questo autore una specie di poeta della scienza e dei suoi problemi, un narratore fra i pi├╣ validi nella nuova generazione di scrittori di fantascienza. I suoi dieci uomini che a bordo dell'astronave Solarian lasciano il loro mondo costretto a vivere sotto una cupola per tuffarsi nello spazio silenzioso e terribile che si chiama l'universo, sono il meglio della vecchia Terra, e la speranza ultima che il seme della razza umana non vada distrutto. Lo scopo di questi dieci esseri umani, cinque uomini e cinque donne, ├Ę di trovare un pianeta vergine sul quale trapiantare la loro discendenza. E dopo un viaggio che dura intere generazioni, attraverso il desolante vuoto dello spazio o l'ostilit├á irriducibile dei mondi incontrati, il seme della razza umana arriva infine alla terra promessa...