Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
andypigro andypigro 
Visitatore Visitatori(26)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Cosmo Argento - Nord - immagine riquadro piccolo

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:2147
 
Piace a 1 utente
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
N.:   41
Primo contatto
Philip José FARMER
     Traduzione: Giampaolo COSSATO e Sandro SANDRELLI
     Copertina: Luciana Tom MATALON
 
Data:   Maggio 1975 ISBN:    9788842900504
Tit.Orig.:   Traitor to the Living, 1973
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Cartonato con sovracoperta
Tipologia:   Principali Dimensioni:   124 x 195
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   180
 
 
  Ultima modifica scheda: trifide 29/07/2012-11:33:44
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Il romanzo parla di uno scienziato che asserisce di avere inventato una macchina per parlare con lo "spirito" dei defunti. Ed è disposto a mostrare allo scettico di turno un certo Carfax - che non si tratta di un trucco per spillare quattrini.
Carfax accetta di provare la macchina, e parla con una entità che, così gli assicura, è l'anima di un suo congiunto, morto poco tempo prima. Tuttavia non dev'essere uno dei soliti spiriti con cui parlano i medium: l'anima (?) gli dà l'impressione di appartenere a un sistema assai complesso. Inoltre, ammesso che sia poi davvero un'anima, il sistema di cui fa parte non dev'essere di suo garbo: vorrebbe scambiare il proprio posto con l'anima di un vivente. Anzi, farebbe qualsiasi cosa, pur di ritornare nel nostro mondo. Poi Carfax scopre che lo scienziato è davvero un truffatore e che non lo è affatto: ha la prova indiscutibile che alcune delle "anime" si sono impossessate del corpo di persone viventi.