Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Visitatore Visitatori(58)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania Millemondi - Mondadori - Semestrale

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:1854
 
Piace a 3 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 7.00
 
N.:   Est 1992
1 romanzo breve e 18 racconti
Autori VARI
     Traduzione: Autori VARI
     Copertina: Marco PATRITO
 
Data:   Maggio 1992 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:  
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   141 x 190
Contenuto:   Antologia  Nr pagg.:   400
 
 
  Ultima modifica scheda: victory 06/12/2014-12:06:50
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Ventun anni dopo la sua nascita, il Millemondi estivo rappresenta ancora, per l'appassionato italiano, il più ricco appuntamento con la fantascienza alla vigilia delle vacanze. Nel tempo la sua formula è cambiata, e oggi, anziché pubblicare romanzi già famosi, offre ai suoi lettori una panoramica del racconto breve di fantascienza, tratto dalle pagine delle riviste americane. C'è poi un contributo italiano in ogni volume, e non manca neanche questa volta. Quanto agli autori, basterà dare una rapida scorsa all'indice per rendersi conto della loro corposità: Brian W. Aldiss, Bob Shaw, Christopher Priest, Henry Slesar, Bruce Sterling, Brian Stableford, Orson Scott Card. L'autore italiano, invece, è Paolo Brera. Una carrellata lunga su due importanti scuole della fantascienza moderna (quella inglese e americana) e una varietà di temi che vanno dallo spazio, al tempo, al mondo di oggi e di domani visti con l'occhio deformante - ma non troppo - della science fiction.